"

Fare l'architetto non è una professione e' un modo d'essere, uno stato mentale, un modo di vivere.

/ Valentina Solera /

 
 Foto: Giulio De Paoli

Foto: Giulio De Paoli

 

Tu nasci architetto e lo sai fin da quando sei bambino, lo senti nella pancia come se fosse un bisogno; e sai già dove ti porterà questa passione. L'architettura è un mondo sfacettato, si può essere in cento architetti ed essere tutti diversi, questa è  la vera bellezza di questa professione! L'architettura ti apre la mente e ti rende flessibile, una particolarità che nessun altro mestiere ti regala. Tutto è progetto e tutto è architettura: un film, una fotografia, una casa, un'automobile …. un vestito, un disegno, tutto è progetto, tutto è design!

 
 Foto: Giulio De Paoli

Foto: Giulio De Paoli

 

Nasco così, negli anni '80 a Novembre, nasco disegnando e continuo a farlo ormai da più di 30 anni! Tre erano le mie passioni da piccola: giocare con Barbie, fare la stilista e seguire il mio papà durante il suo lavoro! Non mi sono mai soffermata a giocare con Barbie come facevano le altre bimbe, non perdevo tempo a pettinarla o a vestirla, le costruivo le case, le strade, i parchi, i posteggi e i negozi. Avevo 3 case della famosa bambola della Mattel, e passavo la giornata a modificarle, a dividerle in appartamenti, ad allestire negozi e a dividere la mia cameretta in lotti, come una vera e propria città. Alcuni giorni invece ero una famosa stilista, e qui, seguivo le orme della mia mamma. Vi ricordate il gioco Gira la moda?, passavo pomeriggi interi a disegnare e a modificare mille vestiti, inventare collezioni di moda, colori, tessuti, abbinamenti...allora organizzavo i campionari, le sfilate, gli ordini di ipotetici e immaginari negozi fashion disseminati in tutto il mondo.... ho ancora i miei quaderni che tengo gelosamente per ricordo, pieni di schizzi, di disegni e di figure di modelle rigorosamente vestite con abiti alla moda.

 

"

Così ho imparato a lavorare con le mie mani, a pitturare, a usare il trapano, il martello, il cacciavite, a capire tutto ciò che fosse tecnico e a diventare una donna pratica e sveglia!

 

L'ultimo gioco è quello che mi ha segnato definitivamente la vita, il “gioco” che più amo fare oggi. Amavo passare il tempo con mio padre, lo seguivo come un vero e proprio maschietto, mi ha insegnato ad amare tutto ciò che fosse tecnico e mi ha insegnato ad amare, soprattutto, la dimensione del cantiere. Mi portava nel suo laboratorio dove potevo giocare con mille attrezzature edili e meccaniche. Mi portava nei suoi cantieri, mi faceva salire sui montacarichi e sulle impalcature. Così ho imparato a lavorare con le mie mani, a pitturare, a usare il trapano, il martello, il cacciavite, a capire tutto ciò che fosse tecnico e a diventare una donna pratica e sveglia! Dopo il liceo finalmente ho esaudito il mio desiderio e mi sono iscritta alla Facoltà di Architettura, gli anni dell'Università son stati gli anni più belli della mia vita. Mi sono divertita, amavo veramente ciò che stavo studiando e per me non era fatica ma era pura felicità. Mi sono laureata in tempo in 5 anni esatti con 110 e lode, con una tesi di Laurea in Progettazione e Restauro Architettonico con il meraviglioso studio 5+1AA di Genova. Dopo la Laurea ho lavorato per alcuni anni con lo Studio Garroni Progetti di Genova, uno studio di architettura e design nautico. Lì, grazie al grande Maestro che ho trovato, mi sono innamorata e appassionata alla nautica e dei mezzi di trasporto.

 

Esperienza

Nel 2008 mi sono iscritta al Dottorato di Ricerca di Design con una specializzazione nello Yacht Design. Da lì ho passato 8 anni interessanti che mihanno formato come donna, come professionista e come studiosa. Ho incontrato un Professore unico, che mi ha insegnato molto a riguardo del bellissimo mondo della nautica. In questi anni mi sono affacciata anche all'esperienza dell'insegnamento e ho potuto vivere bellissime esperienze come professore a Contratto all'Università di Genova, di La Spezia, di Milano fino ad arrivare anche in Turchia, dove dal 2013 sono stata invitata a svolgere seminari come Professore a Contratto presso l'Università di Maltepe (Istalnbul)

 
 

Dal 2011 ho aperto il mio studio, sono cresciuta e sto ancora crescendo. 

Faccio l'architetto, la libera professionista e curo progettazione architettonica (dall'interior design a vere e proprie ristrutturazioni con incarichi di Direttore Lavori). Collaboro con numerosi professionisti, imprese e artigiani che nel tempo sono diventati anche ottimi amici. Insieme siamo un ottimo team e offriamo ai nostri clienti un supporto professionale serio e attento.

La vita dopo tutto non è cambiata molto, continuo a disegnare, a progettare e a gestire i miei cantieri. Questa è la mia vita portando avanti la professione più bella del mondo! 

Valentina